Ristoranti & Alberghi

I vini rari di Cristiano, la pasta fatta mano da Cristina e Caterina, coccio di grifi e Champagne… La Tagliatella ad Arezzo… Parte 1

Siamo in viale Giotto ad Arezzo… la zona è quella “nuova” nata negli anni “60 come moderno quartiere chic… ed è rimasta poi esattamente quella, con l’architettura dei palazzi, interni ed esterni, che oggi viene vista come Vintage e che io apprezzo alquanto per la sua pulizia di linee e ricordi di gioventù e, se non altro, perché qui si evitano scimmiottamenti finto-rustico o imitazione-antico che purtroppo si riscontrano in tanti posti in Toscana…

Comunque Arezzo altro non è che un paese cresciutello e qui si arriva in meno di dieci minuti a piedi dal centro storico… se volete andarci questi i contatti: Ristorante La Tagliatella – Viale Giotto, 45 – 52100 Arezzo – Tel. 0575-21931 – email: cristina.raffaelli@alice.it – www.ristorantelatagliatella.it – Chiuso il mercoledì e la domenica sera… e se quando chiamate chiedete di Cristiano e gli dite che vi manda Marco Tenerini magari vi tratta ancora più da amici…

Cristiano (appunto…), il giovanottone dall’aria un po’ sognante (che si trasforma, tipo supereroe, in un attento e puntiglioso esperto appena si comincia a parlare di vini e di cibo) che normalmente è in sala, vi accoglie con uno stile molto particolare, come se foste amici in casa sua pur mantenendo un aplomb assolutamente professionale…

Quando poi, guardandovi attorno e notando i numerosi ritagli stampa, capite che è uno dei più premiati sommelier d’Italia, anche le bottiglie che vi circondano da tutte le pareti acquistano un loro perché molto piacevole.

Già che ci siamo parliamo appunto dei vini… Cristiano è davvero un grande, qui si trovano una selezione di vini del territorio (comunque non i soliti noti di Toscana, tutte cosine particolari di piccole aziende che lui conosce personalmente)… numerosi Champagne, tipologia di cui Cristiano è uno dei pochi veri esperti in Italia e tanti altri vini stranieri, con un occhio inusuale a certi cosiddetti da meditazione (o dessert…) ed anche i superalcolici sono quasi introvabili altrove…

Insomma, se ascoltate con attenzione le sue spiegazioni e consigli, tra il tecnico e l’emozionale, avrete davvero di che divertirvi… anche quanto ai prezzi, niente di particolarmente preoccupante, si parte un bel gruppo di oneste bottiglie da 12/14 Euro, passando per una grande maggioranza di ottime e rare cose tra 20 e 30/35 Euro, con un rarefatto top di 6 o 7 bottiglie, per stessa ammissione di Cristiano, più “scenografiche” che da bere, da 200 a 350 Euro.

Nota importante (almeno per me che mi incazzo come una iena quando ti portano piatti anche da 25 Euro e se chiedo al cameriere quello non sa nemmeno che tipo di carne è…): tutto il personale è gentilissimo e competentissimo, oltremodo preparato sia sulle ricette che sulle materie prime del territorio che sui vini in abbinamento o meno…il tutto senza assumere atteggiamenti da star televisive ma, anzi, facendoti davvero sentire come in famiglia.

A proposito di stare in famiglia, se passiamo al cibo, in cucina stanno mamma e sorella di Cristiano (Cristina e Caterina)…e come cucina la mamma, sapete tutti che non ce ne sono… ed effettivamente cucina proprio bene, parlando in generale piatti tradizionali toscani ed anche proprio aretini, con qualche dettaglio appena rivisto in chiave moderna ma senza snaturamenti, giusto per distinguersi con classe dalle infinite osterie, trattorie, ecc..

Entrando nel dettaglio, l’appetitoso e “casalingo” profumo di pane fresco che pervade il locale si conferma con il cestino di mini pagnottine e schiacciatine varie fatte da loro che ti mettono ancora calde sul tavolo… – ah, attenzione, pur in certe presentazioni decorative, le porzioni sono spesso quantitativamente non dico da camionista, ma quasi – per cui, se volete partire dagli antipasti ed arrivare senza tralasciare niente fino ai dolci (che vi anticipo imperdibili…), prendetevi il vostro tempo e non fate programmi impegnativi per il dopo pasto…

Prosegue QUI (Parte 2)

About the author

Marco "Doctor Tuscany" Tenerini

Professionista consulente Marketing Food & Wine anni prima di Facebook, coniugo marketing digitale e tecniche tradizionali. Da Export Manager ho venduto 1.500.000 bottiglie all'anno e visitato 36 paesi. Oggi aiuto le aziende alimentari e vinicole nel web marketing e nella comunicazione commerciale. Creatore del primo sistema di e-commerce Food in Italia, vincitore del Golden Triangle per i migliori siti food. Ho insegnato in Università e Scuole Superiori e scritto il libro "Guida al corretto Business in rete per le imprese" (Ed. Adiconsum). Storyteller in "Storie di Piatti" (Ed. Regione Toscana) per EXPO 2015. Esperto di cucina, vini, fotografia del Food e paladino del made in Tuscany. Marketing emozionale e concretezza commerciale: da Stilista di Moda, porto nella consulenza fantasia, passione e sguardo al futuro… da Tenente dei Carabinieri, organizzazione, senso etico, serietà... e la cravatta!